Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Print

Come investire in borsa online

La borsa è un mercato che soggiace a regole precise, pertanto costituisce un mercato cd. regolamentato. Dette regole riguardano sia i requisiti che devono possedere le aziende perché i titoli da loro emessi siano ammessi alla quotazione, sia la presenza di soggetti che gestiscono e/o sono proprietari del mercato nonché figure di intermediazione, a cui si rivolge chi vuole investire in borsa (i cd. broker).
Fino a pochi anni fa, l’investimento in borsa avveniva esclusivamente per mezzo dei broker (o delle banche). Per il grande pubblico dei piccoli risparmiatori, difatti, non era possibile accedere direttamente al mercato borsistico. Ciò rendeva l’investimento in borsa un’operazione onerosa (dovendo mettere in conto il prezzo dell’intermediazione del broker o della banca) e non immediata, in quanto bisognava inoltrare l’ordine di acquisto o vendita al broker o all’istituto bancario che doveva attendere, eventualmente, l’orario di apertura della borsa di riferimento per eseguire l’operazione richiesta. Non di facile accesso era anche la conoscenza su come investire in borsa.

Oggi la borsa funziona con un meccanismo telematico che ha reso la negoziazione un’asta continua, ricevente senza interruzione i flussi di ordini sia di vendita che di acquisto dei titoli. Gli ordini vengono incrociati automaticamente in relazione alle quantità di titoli e a relativi prezzi. L’avvento di Internet, inoltre, ha reso possibile effettuare le operazioni anche senza essere fisicamente presenti nel mercato, attraverso software per i trader professionisti e piattaforme di negoziazione (trading) destinate soprattutto ai trader non professionali che permettono di investire in borsa online.
L’evoluzione degli strumenti finanziari, inoltre, ha dato luogo al trading non più relativo soltanto agli asset tradizionali (azioni, obbligazioni, valute) ma anche a un insieme di strumenti “derivati” che hanno per sottostante gli asset ma che sono, sostanzialmente, delle scommesse sull’andamento dei prezzi.
Tutte queste trasformazioni hanno reso accessibile una buona parte del mercato borsistico alla gran massa dei risparmiatori. Investire in borsa online è diventata, pertanto, un’attività relativamente semplice. Difatti, è necessario disporre solamente di un computer e di una connessione ad Internet. Per utilizzare le piattaforme non sono necessari specifici software, in quanto queste non necessitano dell’installazione di programmi sui pc degli utenti.
L’iscrizione a una qualunque piattaforma di trading è gratuita. Si pagheranno, difatti, soltanto delle commissioni sugli importi eventualmente guadagnati con le operazioni.

Le scelte da fare prima di investire.

Chi vuole investire in borsa online deve tuttavia effettuare una serie di scelte e di operazioni.

1. Scegliere la piattaforma di trading. Alcune di queste sono legate ad istituti bancari, altre sono indipendenti. Inoltre, alcune trattano una molteplicità di strumenti/asset, altre sono specializzate soltanto su una tipologia.
2. Scegliere il tipo di asset o di strumento derivato su cui investire. All’interno della maggior parte delle piattaforme è possibile investire su differenti tipi di asset o strumenti. Si può quindi scegliere di investire in borsa online sul mercato Forex, sugli ETF, sulle opzioni binarie o su strumenti derivati. Il trading online sul mercato Forex, in particolare, riguarda investimenti di breve periodo, dal rischio contenuto e dai rendimenti interessanti. Tuttavia il mercato Forex richiede una buona preparazione e non va affrontato come un gioco d’azzardo. Il trading online sul Forex attraverso le piattaforme consente di investire un ammontare di denaro limitato, ottenendo rendimenti simili a quelli derivanti dall’investimento di capitali molto più elevati e con costi molto contenuti, date le basse commissioni. Gli ETF, invece, sono panieri di titoli che replicano indici di borsa settoriali o geografici, sia nella composizione che nel rendimento. Le opzioni binarie, infine, hanno una grande semplicità di esecuzione, in quanto si tratta di una scommessa su uno dei possibili esiti di un “trade”, ovvero prezzo in su o prezzo in giù.
3. Imparare a “tradare” attraverso i conti “demo”. Quasi tutte le piattaforme dispongono di account collegati a conti “demo” che insegnano come investire in borsa, ovvero conti virtuali che servono ad addestrare gli utenti permettendo simulazioni di trading, in assenza di denaro reale. In questo modo l’utente familiarizza con il funzionamento della stessa piattaforma nonché con le modalità e le tecniche di negoziazione.
4. Acquisire una buona formazione di base sulla borsa e sugli investimenti. Chi vuole investire in borsa online si trova davanti a un vero e proprio universo di titoli diversi e di possibili strategie di trading. In sostanza un trader, per apprendere come investire in borsa, selezionando gli strumenti e gli asset più idonei, deve prima di tutto imparare a osservare, per ciascun asset, il volume degli scambi e la volatilità allo scopo di individuare il momento più idoneo per effettuare l’operazione di acquisto o di vendita, cioè per investire in borsa online. Inoltre, per investire in borsa deve imparare a riconoscere i diversi segnali sui movimenti dei prezzi nel mercato, che vengono riportati da grafici e indici. Ricordiamo, infatti, che il trading non è un gioco (malgrado si dica correntemente “giocare in borsa”) e che per ottenere buoni risultati bisogna sapere come investire in borsa, cioè quando entrare su una posizione e quando uscirne.
La formazione per investire in borsa online si può acquisire in diversi modi. Esiste una grandissima varietà di testi, articoli e guide su come investire in borsa, gran parte dei quali disponibili in rete. Numerosi siti web sulla finanza e sugli investimenti offrono difatti pubblicazioni, risorse scaricabili (a titolo gratuito o meno) ed anche corsi online sui fondamenti teorici e sulle tecniche di trading. Qualunque siano le fonti utilizzate, una buona preparazione in materia deve includere lo studio di grafici e indici.
5. Imparare a proteggere il capitale. Chi vuole investire in borsa online, allo stesso modo di chi intende investire in borsa in maniera tradizionale, deve imparare a proteggere il proprio capitale. Ciò vuol dire non puntare tutto il capitale da investire su un unico asset o strumento, ma diversificare su una molteplicità di asset in modo da ridurre il rischio e utilizzare le clausole di salvaguardia offerte da diversi strumenti, che permettono di limitare le eventuali perdite.
6. Conoscere gli orari della borse mondiali. Per iniziare bisogna avere una conoscenza di base in merito al funzionamento delle borse mondiali e conoscerne orario di apertura, fusi orari, ecc. Dalla mezzanotte è aperta la sessione asiatica, che apre prima delle borse degli altri continenti. La sessione europea vi si sovrappone dalle 8 alle 10, e a questa si sovrappone, infine, la sessione americana, dalle ore 14 alle 17, ultima nell’arco delle 24 ore. Nel continente europeo in particolare, per prima apre la borsa di Francoforte (alle 8 secondo l’ora italiana), ma il miglior trading si fa, in genere, a partire dalle 9, quando aprono Londra e le altre borse europee. Dalle 9 in poi, in genere, la volatilità degli asset aumenta notevolmente, e i prezzi assumono, invece, un trend preciso, con oscillazioni anche di parecchie decine di punti.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *