Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Print

Investire in borsa oggi: la nuova frontiera dei robo-advisor

roboadvisor

Il termine robo-advisor indica un tipo di consulenza in investimenti disponibile sul web per chi vuole investire in borsa oggi senza far fronte a costi eccessivi e potendo contare su una serie di vantaggi. Una sorta di figura professionale “virtuale” che supporta gli utenti di Internet nella gestione dei risparmi e nella composizione del proprio portafoglio di titoli.

La derivazione dalla parola “robot” nel nome sta a indicare la parziale o totale automatizzazione nell’erogazione dei servizi di consulenza, ovvero l’utilizzo di tecnologie che permettono di adattare tali servizi a un elevato numero di utenti. In realtà, l’automazione non è mai totale, in quanto la componente umana è sempre presente, nella persona di specialisti del settore competenti e con esperienza nell’investire in borsa che lavorano all’interno delle piattaforme.
Il robo-advisoring è tipicamente un prodotto del web che ha rivoluzionato completamente il modo di investire dei risparmiatori concedendo nuove chance a chi vuole investire in borsa oggi.

Passato e Futuro della consulenza finanziaria.

In passato, difatti, cioè prima dell’era di Internet, i risparmiatori avevano solo due possibilità, ovvero acquistare asset sul mercato borsistico senza alcun supporto esterno, scelta che richiedeva buone competenze in materia e una certa disponibilità di tempo, oppure investire attraverso un consulente o un private banker, opzione che richiedeva, invece, un capitale elevato da investire per le commissioni di gestione particolarmente onerose, non praticabili da parte dei piccoli investitori.

Teoricamente, i risparmiatori potevano anche richiedere assistenza al proprio istituto bancario o al relativo promotore finanziario benché, a causa del conflitto d’interesse tipico delle banche, i consigli sugli investimenti non fossero obiettivi e riguardassero, ovviamente, i soli prodotti forniti dalla stessa banca.

Oggi si può investire in borsa, invece, ricorrendo a un robo-advisor.
I robo-advisor gestiscono più o meno automaticamente i risparmi dei risparmiatori grazie a specifici algoritmi (software, in sostanza) che riguardano il risk management e l’asset allocation, in grado di progettare portafogli di titoli  diversificati ed efficienti.

Questi algoritmi identificano in prima battuta il profilo di rischio dell’investitore e i relativi obiettivi e, successivamente, attraverso procedure in parte automatizzate, elaborano piani di investimento dedicati, articolati sulla base della specifica propensione al rischio. Infine, assistono gli investitori stessi nel corso del tempo, supportandoli nel ribilanciamento del portafoglio quando se ne ravvisi la necessità.
In sostanza, un roboa-dvisor agisce come farebbe qualunque consulente finanziario dedicato. La digitalizzazione del servizio di consulenza, grazie alla parziale automazione ed all’interfaccia dei portali online, che consentono l’abbattimento dei compensi per il servizio, permette di offrire dei servizi di consulenza efficienti e a costo competitivo a chi vuole investire in borsa oggi.

Robo-advisor: come funzionano.

Nella versione più semplice il robo-advising si traduce in piani precostituiti di investimento, ovvero portafogli predeterminati ritagliati su differenti profili di risparmiatori, che vengono in qualche modo adattati agli utenti. Quasi sempre tali soluzioni sono direttamente acquistabili online sulle piattaforme che offrono il servizio. In altri casi, invece, il servizio si configura con un maggior grado di sofisticazione, in passato riservato soltanto a pochi clienti.

La consulenza dei robo-advisor si caratterizza inoltre per delle specifiche caratteristiche, ovvero:

  • si basa su portafogli composti essenzialmente da ETF dai bassi costi di gestione;
  •  è legata a modelli di business particolarmente trasparenti, dai compensi molto contenuti per il servizio di consulenza;
  • svincola gli utenti dalla necessità degli intermediari, rendendo obsolete le figure dei consulenti finanziari, non più necessari per costruire i portafogli, gestirli e riequilibrarli;
  • subisce una particolare attenzione da parte delle aziende leader mondiali del settore high-tech, interessate al mercato della gestione patrimoniale.

In definitiva, con la consulenza dei robo-advisor investire in borsa oggi è davvero facilissimo e alla portata di tutti.
I robo-advisor sono ritenuti, da alcuni, una tra le maggiori innovazioni nel campo della finanza. Negli USA, in pochissimi anni, i consulenti “automatizzati” hanno conquistato una grande fetta del mercato dei risparmiatori, permettendo un grande aumento di coloro che vogliono investire in borsa e facendo la fortuna di aziende come WealthFront e Betterment, ognuna delle quali gestisce più di un miliardo di dollari.
Per quanto riguarda l’Europa, dispongono di robo-advisor la piattaforma inglese Nutmeg , la spagnola T-Advisor e l’elvetica Moneypark. In Italia la prima piattaforma dotata di robo-advisor è stata la piattaforma MoneyFarm, in costante crescita e basata anche a Londra.
Per il settore dei servizi finanziari i robo-advisor costituiscono un’innovazione di processo che consente grandi risparmi di costo prima di tutto per i gestori.

Un vantaggio in termini di costi e non solo.

In futuro si prevede che i robo-advisor impatteranno sempre più sul costo complessivo dei servizi finanziari, riducendo quest’ultimo mano a mano che la loro diffusione va a interessare sempre più servizi.
Difatti, non è un mistero che, nel settore della consulenza e della vendita di servizi finanziari, l’intermediazione effettuata sia dalle banche che dalle reti di promotori vada a ridurre fortemente i margini di profitto.

Ciò è particolarmente vero per l’Italia, dove, nel caso dei fondi comuni di investimento, il costo maggiore è rappresentato dalla struttura di distribuzione per il 70% minimo (la cd. retrocessione spettante alla rete di vendita). In Italia, difatti, il settore del risparmio gestito vede come protagonista la forza di vendita più che il gestore. Invece in altri paesi, ad esempio quelli anglosassoni, i gestori che si mostrano particolarmente efficienti godono di un elevato potere contrattuale.
Nel nostro paese la prevalenza della forza di vendita ha dissuaso molti gestori anglosassoni di eccellenza dal distribuire i loro servizi finanziari in Italia, soprattutto con riguardo alle soluzioni di investimento alternative. L’eccessivo costo della distribuzione, infatti, avrebbe penalizzato la performance dei servizi stessi.

Perché scegliere di investire in borsa con i robo-advisor.

Con il robo-advising le società di gestione riescono a gestire la segmentazione dei loro utenti offrendo, due tipi di consulenza a chi vuole investire in borsa oggi: un servizio di consulenza destinato ai clienti con minori possibilità di investimento, di qualità benché di carattere “low cost”, e un servizio di consulenza di carattere “premium”, distribuito attraverso le reti, dedicato alla clientela più facoltosa ed esigente. In questo modo si assecondano le esigenze di tutti i clienti preservando o incrementando i margini di profitto.

L’applicazione della tecnologia al settore finanziario ha dato luogo negli USA all’industria cd. del fintech (finanza + tecnologia), interessata da uno sviluppo eccezionalmente sostenuto, soprattutto a causa dell’enorme mole di investimenti di carattere venture capital. Con le nuove tecnologie, investire in borsa oggi attiene più all’informatica che alla finanza.
In particolare per il robo-advising c’è una grande mobilitazione delle società finanziarie online. L’azienda leader Charles Schaw, un vero colosso americano del settore, ha investito fortemente sul robo-advising, lanciando i cd. “Schwab Intelligent Portfolios, dei portafogli precostituiti, tarati su diversi profili di utenti, che si adattano a tutti coloro che vogliono investire in borsa, anche con disponibilità finanziarie molto piccole (l’investimento minimo parte, infatti, da $ 5.000). Ma va detto che anche in Italia esistono robo-advisor di tutto rispetto come ad esempio quello offerto da CheBanca! o dalla società di consulenza finanziaria indipendente MoneyFarm.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *