Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Print

Come iniziare a investire in borsa

Investire, non “giocare” in Borsa come correntemente si dice. È importante, difatti, comprendere che la Borsa non rappresenta un gioco ma un’opportunità di investimento.
Negli ultimi anni le modalità di investimento in borsa sono profondamente cambiate. In passato chi voleva investire in Borsa doveva acquistare, attraverso un intermediario (un broker), azioni emesse da società quotate. Si trattava di una tipologia di investimento di lungo periodo, in quanto se il valore delle azioni acquistate scendeva, bisognava avere il tempo di recuperare il valore perso e, eventualmente, di superarlo per lucrare sulla differenza tra prezzo d’acquisto e prezzo di vendita.
In generale, tuttavia, le azioni non sono lo strumento più idoneo per investire in Borsa. Se si vuole iniziare a investire in Borsa, difatti, è preferibile scegliere i fondi comuni o gli ETF (questi ultimi dai costi e rischi ridotti) per le possibilità di diversificazione che offrono. Si tratta di panieri rispettivamente di titoli e indici di titoli gestiti da enti terzi.

Fino a qualche anno fa, chi voleva iniziare a investire in Borsa si trovava davanti a un meccanismo complicato, che richiedeva necessariamente l’intermediazione di una banca o di un agente di Borsa. Ciò comportava tempi lunghi e un forte aggravio di costi, dovuto fondamentalmente all’attività degli intermediari. Il gran successo delle piattaforme online si deve alla possibilità di poter investire in borsa online direttamente dal divano di casa.

Per un neofita iniziare a investire direttamente sul mercato borsistico, dal punto di vista teorico non è affatto difficile. Se ci si prepara adeguatamente, iniziare a investire nella Borsa è possibile anche per chi non ha precedenti esperienze in materia.

A prescindere dalla preparazione, la prima cosa da fare è identificare una tra le tante “piattaforme” di trading online presenti sul web o rivolgersi ad un consulente finanziario, magari dai costi contenuti come ad esempio i roboadvisor.

Norme per investire in borsa con sicurezza.

È importante che la piattaforma scelta sia autorizzata dalla CONSOB (ve ne sono anche di non autorizzate), goda di buona reputazione (cioè sia affidabile e corrisponda correttamente le vincite senza spiacevoli sorprese) ma, soprattutto, che non richieda commissioni sugli ordini eseguiti. Sui siti web specializzati vengono pubblicati numerosi confronti tra le varie piattaforme di trading online, evidenziandone vantaggi e svantaggi, pertanto chi vuole investire in Borsa può facilmente individuare la piattaforma da utilizzare.

Attraverso il proprio pc dotato di connessione a Internet, ci si collega alla piattaforma, senza nemmeno dover installare software sul computer. A questo punto si può iniziare subito a fare trading. Se si pensa che in passato bisognava andare fisicamente presso la propria banca e comunicare l’ordine all’impiegato preposto, le attuali modalità sono comodissime.

La maggior parte delle piattaforme dispone della possibilità di iniziare a investire in Borsa aprendo degli account collegati ai cd. “conti demo”, che permettono delle simulazioni di trading (senza denaro reale) e rappresentano, quindi, una sorta di training al nuovo utente sul funzionamento della piattaforma e sui meccanismi delle negoziazioni.
Negli ultimi due-tre anni c’è stata un’ulteriore evoluzione del trading online, legato alle tecnologie “mobile”. Grazie ad apposite applicazioni scaricabili su dispositivi mobili come tablet e smartphone, oggi si può iniziare a investire in Borsa ovunque ci si trovi, purché si sia connessi a Internet, naturalmente.

La prima cosa che un aspirante trader deve fare per iniziare a investire in Borsa è, comunque, procurarsi una buona formazione di base, riguardo alle tipologie di titoli e alle strategie di trading, selezionando gli strumenti più opportuni. Per questo può scegliere di studiare su appositi testi sul trading online o su una delle guide disponibili in rete per imparare a fare investimenti in borsa. Esistono difatti numerose pubblicazioni sull’argomento nonché risorse scaricabili (gratuitamente o meno) e corsi online in grado di fornire le basi teoriche e pratiche per iniziare a investire in borsa. Un’adeguata preparazione è fondamentale perché, come abbiamo detto, investire in borsa non deve essere considerato come un gioco ma come un’attività seria per cui bisogna essere ben preparati. La formazione deve comprendere l’osservazione e lo studio dei grafici, che dovrebbe rappresentare il fulcro di ogni buona guida o corso di formazione per imparare a investire in Borsa.
Non ci stancheremo mai di ripetere che chi vuole investire in Borsa deve acquisire le adeguate competenze. Solo così si ridurrà il rischio di incorrere in perdite –rischio che non sarà mai nullo, ma può essere contenuto entro certi limiti.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *